Herpes : il dispettoso virus finge di sparire

DIVA e DONNA

Ne soffre il 67% della popolazione mondiale sotto i 50 anni. Quasi sempre dopo la prima infezione ( spesso sulle labbra) si “appisola” per poi ricomparire. “ Possono anche incidere sole e cibi piccanti. Fate il pieno di vitamina C”, raccomanda l’esperta.

Arriva quando meno te lo aspetti. L’herpes labiale oltre ad essere doloroso, con la comparsa delle tipiche vescicole sulle labbra, è brutto a vedersi. Ma, se può consolare, si tratta di un male mlto comune. Secondo i dati dell’organizzazione mondiale della sanità, infatti, in tutto il mondo 3,7 miliardi di persone sotto i 50 anni hanno il virus dell’Herpes Simplex, e circa il 67% della popolazione in quella fascia di età soffre di questo problema. “L’Herpes labiale”, spiega Maria Letizia D’Errigo, medico chirurgo specialista in Dermatologia, venereologia e idrologia medica, è una malattia infettiva di tipo virale assai diffusa che può interessare la pelle di alcune zone del viso o più frequentemente le labbra”.

 

Un fastidio ricorrente

Si manifesta inizialmente con un leggero prurito o una sensazione di tensione nell’area interessata che poi sfocia  nella comparsa di piccole vescicole a grappolo dolenti e arrossate che, dopo qualche giorno, evolvono in piccole crosticine che guariscono senza lasciare esiti. Spesso in corrispondenza delle lesioni si possono apprezzare al tatto linfonodi dolenti e ingrossati.

“ Trattandosi di una forma virale è contagioso e va evitato il contatto con la parte interessata all’infezione. Dopo qualche giorno le vescicole si trasformano in piccole crosticine che guariscono senza lasciare segno. Quasi sempre l’herpes, dopo la prima infezione, tende a tornare, interessando sempre le stesse aree di cute e di mucose. Questo perché scompare dalla superficie e il virus entra in una fase dormiente, riesce a rifugiarsi all’interno dei gangli nervosi, nelle ghiandole salivari e lacrimali.

 

Occhio alla tintarella e all’alcol

I fattori scatenanti possono essere tanti: stress, sovraccarico di lavoro e di studio, mali di stagione. “Nei soggetti predisposti”, continua la specialista,” possono incidere anche l’esposizione al sole, le malattie infettive blande, i disturbi gastrointestinali, l’ingestione di bevande alcoliche o cibi piccanti. Ma anche traumi come l’estrazione di un dente o l’ago di un’iniezione di acido ialuronico. Tutte situazioni che possono provocare una momentanea carenza immunitaria verso questo tipo di virus, tanto da causare le recidive. Nella maggior parte dei casi queste recidive sono sporadiche, due o tre volte nella vita, ma in certi soggetti il virus può farsi vivo con maggiore frequenza e presentarsi come l’herpes indiscreto”, che ritorna nelle donne puntualmente a ogni mestruazione. A volte le recidive possono essere un segnale per indagare meglio lo stato di salute generale. Uno screening più approfondito può essere una seria occasione per fare un bel check-up”.

 

A cura di Luisa Taliento

Previous Post Next Post

You Might Also Like